Il Paese d'Arles è LA Provenza!

Maison provençale - Tarascon

Maison provençale - Tarascon

Lionel Roux - Canopée - Pays d'Arles -
La storia della Provenza Paese d'Arles è collegata intimamente a quella della Provenza più vasta che si estende intorno al Rodano, e dei suoi padri fondatori tra cui Frédéric Mistral, Folco de Baroncelli e Léo Lelée. Qui, gli abitanti sono i custodi di tradizioni provenzali uniche. Non si tratta di folclore, ma di autenticità. Nell'alta stagione, ma anche durante l'inverno, nell'intimità e lontano da sguardi indiscreti, vibriamo al ritmo dei carri addobbati di rami (carreto ramado), delle corse camarghesi, della lingua provenzale, del costume o dell'immaginario provenzale, tramandati da grandi quadri e dagli scrittori di questa terra. Queste tradizioni si interrompono spesso alle frontiere del Paese d'Arles. L'immersione nel cuore della Provenza va effettuata nei paesini della Provenza Paese d'Arles, che danno il benvenuto ai viaggiatori di qui e di altrove.

PROVENZA PAESE D'ARLES è LA Provenza! Le più belle storie del suo passato sono scritte qui! Qui vissero le sue figure tutelari! I suoi paesaggi più rappresentativi vi trovano la più bella espressione! Le tradizioni brillano qui con un'intensità senza pari! La cucina variopinta, gustosa e gioiosa è preparata ogni giorno, qui, grazie a una terra eccezionale!

Questo territorio, popolato sin dalla notte dei tempi, nell'Antichità si trovava nel cuore della Gallia romana, all'incrocio tra la Via Domitia (che andava verso la Spagna), la Via Agrippa (che proveniva da Arles e raggiungeva Lione) e la Via Aurelia (che giungeva da Roma, lungo il litorale). Ha conservato dal passato un patrimonio romano eccezionale, dichiarato dall'UNESCO Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

Percorrendo questo territorio, ripercorrerete anche le tracce dei primi cristiani della Gallia, e dei signori e sovrani che hanno fatto la storia della Provenza. Questa influenza politica è mutata col passare del tempo in influenza culturale.  Provenza Paese d'Arles è la culla della cultura provenzale. Il territorio ha visto nascere Frédéric Mistral, premio Nobel della letteratura nel 1904 e grande difensore della lingua provenzale. Il grande poeta ha dedicato vita e opere alla conservazione della lingua, del costume e dell'identità provenzale. Le tradizioni vibrano qui con intensità particolare e riuniscono gli abitanti in un unico slancio caloroso. L’allevamento del toro di Camargue e tutte le tradizioni che ne derivano hanno rinsaldato questo territorio dove ogni città e ogni paese possiede la propria arena.

Scoprirete una cultura unica e originale, condividendo l'entusiasmo delle corse camarghesi e del carreto ramado della Saint-Eloi, delle primizie del riso, del Natale provenzale, dei pellegrinaggi e delle feste di Arles, La Madeleine, La Tarasque e tutte le altre manifestazioni tradizionali da cui sono ritmate le stagioni. Questa cultura ha come cornice unica i paesaggi più emblematici della Provenza.  Provenza Paese d'Arles: nell'evocare questa regione, i paesaggi provenzali tornano immediatamente in mente. Un'unica luce splendente irradia su questo territorio. Essa ha ispirato pittori e fotografi che hanno ampiamente contribuito alla notorietà di questi luoghi. Van Gogh, il più famoso tra di essi, ha dipinto qui più di 350 delle sue opere maggiori, durante il suo soggiorno tra Arles e Saint-Rémy de Provence.

In Camargue potrete ammirare fenicotteri rosa, cavalli e tori negli stagni, le paludi, le lagune (sansouire) circondate da salicornia, e i canneti. Farete il pieno di spazio e di aria pura sulle immense spiagge selvagge del delta. Nelle Alpilles, ritroverete colline odorose, valloni che serpeggiano tra i massicci calcarei, oliveti saggiamente allineati, pinete accoglienti e lo sperone roccioso di Les Baux-de-Provence.

Provenza Paese d'Arles è anche costituita da quei paesini provenzali che, nel cuore delle Alpilles, della Val de Provence e della Crau, hanno conservato il loro fascino e la loro autenticità. Potrete andare a zonzo senza fine, tra piazze piene di vita, stradine strette, portici segreti, terrazze conviviali e affascinanti boutique. Con un po' di fortuna, potrete percorrere un mercato provenzale in cui produttori e artigiani locali allineano variopinti banconi.

Provenza Paese d'Arles è anche sinonimo di sapori provenzali. Sapori intensi che attingono la loro finezza da una terra soleggiata, nutrita dalle abbondanti acque del Rodano e della Durance. Val de Provence abbonda di frutta e verdura, spedita ogni giorno un po' ovunque.

Le Alpilles si distinguono da quattro marchi a denominazione d'origine protetta (AOP, in francese): olio d'oliva, olive verdi schiacciate, olive nere "punzecchiate" e vini della Vallée des Baux. La Crau, terra di pastorizia sin dall'antichità, permette l'allevamento della pecora Merinos d'Arles e del sorprendente agnello della Crau. La Camargue fornisce il riso IGP di Camargue e la carne AOP taureau de Camargue (toro di Camargue DOP), dalle qualità gustative e nutritive incomparabili, senza dimenticare i prodotti del mare. Questi prodotti eccezionali sono sublimati dal talento dei grandi chef artigiani che operano nella regione. Da essa attingono l'ispirazione per le loro ghiotte creazioni, sia che preferiscano l'innovazione costante o l'interpretazione rigorosa dei grandi classici della cucina provenzale: aïoli, petits farcis de Provence (verdure ripiene), ratatouille e riste d'aubergine (crema di melanzane, cotte a lungo con pomodoro, aglio e cipolla), e gardiane de taureaux (spezzatino di toro).

Storia, cultura, tradizioni, paesaggi, paesini, sapori… tutta l'arte del vivere alla provenzale è concentrata qui. Il cuore della Provenza batte incontestabilmente nella Provenza Paese d'Arles!